Ginocchio

Artrosi di ginocchio La protesi di ginocchio Osteotomie correttive Le lesioni del LCA Lesioni meniscali Le lesioni capsulari periferiche Instabilità rotulea Dolore anteriore di ginocchio Ginocchio del saltatore Tendinite della zampa d'oca 
Si tratta di uno dei pochi interventi preventivi in campo ortopedico. Spesso l’artrosi del ginocchio è una conseguenza di una alterata geometria dell’articolazione, che può presentare una deformità in varismo (deviazione verso l’interno) oppure in valgismo (deviazione verso l'esterno) a causa di vari motivi: conformazione costituzionale,... Continua
L’intervento di protesi di ginocchio
Cosa fare prima dell’intervento? Sia che si tratti di intervento di protesi totale o monocompartimentale, prima di procedere all’intervento e al ricovero in ospedale, è opportuno che il paziente presti attenzione a: informare il proprio chirurgo di eventuali problemi di salute significativi come pressione alta (ipertensione), diabete... Continua
Si distinguono due tipologie differenti di osteotomia, a seconda della deformità da correggere nel ginocchio. In caso di varismo, che coinvolge il compartimento mediale, il trattamento prevede una osteotomia alta di tibia ad effetto valgizzante (OAT). Se invece è presente valgismo, quindi con il coinvolgimento del compartimento laterale, si... Continua
Tipologie di protesi di ginocchio
Esistono due tipologie di protesi di ginocchio: totale e monocompartimentale.  Protesi totale, quando è indicata? La protesi totale consiste nella sostituzione di tutto il ginocchio con una articolazione artificiale di metallo biocompatibile. La protesi totale è indicata quando l’artrosi e il dolore colpiscono l’intera articolazione... Continua
La protesi di ginocchio: intervento, risultati, tipi di protesi
L’intervento chirurgico di posizionamento di una protesi di ginocchio viene eseguito principalmente per il trattamento dell’artrosi (gonartrosi). In genere, l’impianto di protesi viene preso in considerazione quando il trattamento conservativo, cioè le terapie fisioterapiche, farmaci o altri trattamenti non chirurgici, non è più sufficiente contro... Continua
L'intervento consiste in una frattura chirurgica nella parte superiore della tibia, o nella parte inferiore del femore, che viene sintetizzata (cioè “tenuta insieme”) generalmente con una placca metallica e viti fino alla sua consolidazione con lo scopo di creare un asse femoro-tibiale più corretto. Cosa avviene nella fase pre e post-... Continua